6 Notte di Halloween - Praetorians PC MC Roma
29-30-31 Ottobre - Poggio Catino - Rieti

Foto e cronaca di Didi

Anche quest'anno, e sembra che il destino ci metta lo zampino, il tempo ha retto fino al giovedì, credo che la maggior parte di noi abbia incrociato le dita sperando di non prendere l'acqua, ma come a farlo apposta eccola lì, previsioni del tempo catastrofiche, da nord a sud , con tanto di fulmini e saette, io ogni volta che mi trovo a dover preparare la moto per andare a un raduno mi prende una sorta di fregola , perciò data una occhiata al tempo alle due di venerdi sono già pronta, viaggiare da sola mi piace, non tutti hanno la fortuna di avere un orario elastico come il mio e io non vedo l'ora di rivedere Inga - Marcello&Co di conoscere TRINITA' dei PRAETORIANS che fino ad allora era soltanto un nik, (trinità da ......lo chiamavano...... etc tc).

Dunque uscita a Ponzano Soratte prendo la direzione per Poggio Mirteto fin lì tutto facile, fino a quando ad un certo punto scompaiono le indicazioni io ovviamente viaggio senza locandina, ma ho un paio di numeri che .... come al solito non sono raggiungibili UFFFFFFF..

insomma ricordo che devo andare per Poggio Catino, e mentre imbocco una strada bianca che sembrava non avere più fine, mi ritrovo finalmente in quel magnifico parco di Lecci ( credo) tutto in ombra e così deserto mi fa un certo effetto mi piace vedere l'arrivo delle persone intanto mi sposto verso gli stands dove INGA sta finendo di preparare il suo, versione bottega degli orrori , tutti dai PRETORIANS al VII USSARI sono indaffaratissimi .......

e i saluti sono veloci, MARCELLO, il SENATORE, per gli amici, mi racconta che le difficoltà create per la realizzazione del motoraduno sono molteplici, e il boicottaggio da parte delle forze dell'ordine e degli abitanti è una lotta continua insomma non sa se questo sia l'ultimo , io come tutti del resto spero di no , mi piace troppo sto posto.....Sento una moto, anzi più di una, così avvicinandomi verso l'entrata vedo ANTO che con il NONNO, GINO e RED (che non è la nostra red ma un americano biondorosso) sono in fila indiana per entrare, intanto il cielo già non lascia presagire niente di buono..... cos' inizia la ricerca del posto dove probabilmente la pioggia non farà danni alle tende..

Lascio alla vostra immaginazione cosa possa essere successo il venerdi notte durante una tempesta di pioggia battente per 5 ore di seguito durante la notte avevo in tenda intorno al materassino il fossato dove al posto dei coccodrilli galleggiavano calzini mutante e magliette , portafogli recuperabili con catenella e Anto ridotto uno straccio, visto che il Nonno, ha tirato fuori 12 litri di vino rosso gallo nero e 4 fiorentine alte 5cm. che si sono sparati per cena in 4 coinvolgendo anche due nuovi nuovi che passavano di li che sono stati gastigati e mandati a dormire storti... ma tanto storti!, la serata e nottata passano a mollo e sabato mattina il tempo incerto ci dice che non abbiamo scampo, siamo li che spaliamo, io ho fatto un fossato con il piccone, e dove verrà il palco e i bagni ci sono 60cm di acqua fangosa insomma la situazione diventa preoccupante,

Intanto il raduno si sta popolando, e finalmente si cominciano a vedere le facce degli amici di sempre,FRANCESE, GATTA EMILIANO TOTORE , LUCARIELLO PIN-UP, KIRK, MICHELA, KLAUS, MAURI, KARONTE, BELVA , FELICE E QUALCHE MAMMUT PAPERINO, DUFFI, ROMEO ,FULVIA, GURU, POETA, LELLA VEERTRAP, LIDIA, I NOMENTANI IL NERONE E I LIARS e altri ancora , fino a sabato notte sono coninuati ad arrivare, tutti fradici infangati, ma tutti con quella faccia sorridente e quell'espressione che sembra dire CIAO A TUTTI CHE BELLO SONO ARRIVATO, nel frattempo il terreno non si sa come , ha assorbito tutta l'acqua e si comincia con il via vai dei saluti e delle bevute fino a tarda notte,

Ci si piglia in giro come al solito ci si sfotte si ascolta la musica un bel blues,, si mangiano panini e primi buonissimi il panino con salsiccia cipolle e maionese è una libidine, dopo, un cornetto al cioccolato e un caffè non guastano.(forse per smaltire dovrei tornare a piedi) la conclusione con la premiazione dei gruppi tantissimi che che non elenco perchè non voglio fare torto dimenticandomene qualcuno e il solito spogliarello... interessante sentire i commenti dei BIKERS che si scoprono tutti con una spiccata vena artistico-estetica E POI DICONO CHE SIAMO NOI DONNE CHE CRITICHIAMO LE TETTE E ALTRE PARTI ANATOMICHE... maschietti curiosi lo spettacolo e la musica finiscono a tarda notte e dal cielo una luna un po velata e il vento ci dicono che domani sarà una giornata senza pioggia, e così è, Nonna Rosina, (Anto quando vuole partire di fretta) mi porta la colazioe a letto () così sono costretta ad alzarmi per non creare ulteriori casini in tenda con molliche caffè e altro....

lo smontaggio della tenda è penoso, il fango è diventato MORCHIA e i teli non si piegano. Guardo ancora il posto mentre smonto, tutta la fatica costata organizzare questo motoraduno, tutta la pioggia, le difficoltà, vado a salutare Inga e Marcello li vedo contenti, e sicuramente lo sono visto che chi voleva venire anche con la bufera lo ha fatto proprio con convinzione.

LI RINGRAZIO, tutti, sono- siamo stati bene,come sempre e sono sicura anche la prossima volta

Didi